Nutrizione ed Età

Siamo ciò che mangiamo? Scelte alimentari consapevoli per le diverse età

di ARIANNA STOCCHI e SILVIA FANELLI

Possiamo effettivamente affermare che ciò che introduciamo con l’alimentazione ci vada a caratterizzare nel corso della nostra vita?

Adottare un piano alimentare bilanciato ed equilibrato, calibrando e ponderando le scelte alimentari in base al momento che stiamo vivendo e alla fase del nostro ciclo vitale, è sicuramente il modo migliore per soddisfare le necessità fisiologiche del nostro organismo, apportando tutti i nutrienti necessari.

È attraverso un’alimentazione consapevole che di giorno in giorno lavoriamo in maniera preventiva per il nostro benessere ed il mantenimento di uno stato di salute ottimale. Molte patologie cronico degenerative, come diabete, obesità, malattie cardiovascolari e metaboliche possono poi essere controllate e ridotte attraverso buone abitudini alimentari.

Il nostro rapporto con il cibo e le scelte alimentari devono quindi cambiare nel corso della vita, adattandosi alle esigenze richieste dal tempo biologico dell’organismo.

Partendo dall’inizio del ciclo vitale, specifiche saranno le richieste del feto durante la sua vita intrauterina, necessità che si modificheranno una volta venuto alla luce, prima bambino poi adolescente, giovane uomo, adulto ed infine anziano.

In fin dei conti gli alimenti sono sempre gli stessi in ogni fase d’età, ma è come andiamo ad abbinarli, con quale frequenza e in che quantità ed il loro grado di qualità che portano ad una sostanziale differenza.

Durante i primi anni di vita il bambino richiede un apporto di energia e di nutrienti importante per l’accrescimento: proteine ed acidi grassi essenziali contribuiranno allo sviluppo del cervello; micronutrienti come calcio, fosforo, magnesio e zinco insieme alle vitamine andranno a supportare il sistema immunitario e contribuiranno all’accrescimento dell’apparato osteoarticolare. È importante stimolare la curiosità alimentare del bambino sin dai primi anni di vita, avvicinandolo con le giuste tempistiche alle varie categorie di alimenti; il bambino dovrà quindi essere attratto da piatti buoni, invitanti e di qualità.

Vi sono poi i giovani adolescenti che iniziano in autonomia a prendere delle decisioni in ambito alimentare; scegliendo consapevolmente un regime vario ed equilibrato, daranno il via ad un lavoro mirato alla prevenzione della propria salute. Crescendo i fabbisogni energetici e di nutrienti andranno a variare in base al sesso e ai cambiamenti ormonali. Particolari saranno ad esempio le esigenze di una giovane donna in gravidanza e durante la successiva fase d’allattamento, o di un giovane sportivo.

Arrivati più o meno a metà del nostro ciclo vitale, intorno ai 40 anni, il metabolismo subisce delle modificazioni e gli equilibri vanno un po’ a cambiare. Generalmente la consapevolezza delle proprie necessità nutrizionali dovrebbe essere chiara e a questo punto diventa fondamentale il mantenimento dello stato di salute. Per contribuire a quest’obiettivo è sicuramente d’aiuto l’introduzione nella dieta di alimenti funzionali, di fitonutrienti e buoni antiossidanti, presenti in frutta secca, frutta e verdura di stagione.

https://www.hindustantimes.com/lifestyle/health/national-nutrition-week-what-foods-should-we-eat-according-to-our-age-101630737191579-amp.html

In età anziana il rischio più grande da dover affrontare è quello della malnutrizione. La persona anziana presenta un deterioramento fisiologico di tutto l’apparato gastrointestinale; si possono presentare problemi di masticazione e deglutizione, di digestione e di assorbimento, con una conseguente carenza di macro e micronutrienti. Si possono riscontrare anche problemi motori che portano ad una conseguente difficoltà nello svolgere le attività quotidiane. Si dovranno quindi adottare delle strategie specifiche nella preparazione degli alimenti per ovviare al problema, prediligendo cibi morbidi, puree e frullati. In piccole quantità di cibo dovrà concentrarsi una buona densità nutritiva. Diventa indispensabile in questa fase adottare un regime il più vario ed equilibrato possibile, che non servirà tanto alla prevenzione quanto al mantenimento o alla cura.

Siamo in continuo cambiamento e con noi le nostre esigenze nutrizionali. In maniera consapevole ed adeguata a noi resta il compito di assecondare tali necessità. Per certi versi siamo ciò che mangiamo; le nostre scelte alimentari e i regimi adottati rispecchiano il nostro essere e i cambiamenti a cui andiamo incontro. La nutrizione, quindi, salvaguarda la nostra salute ed il nostro benessere in ogni fase del ciclo vitale.