In cucina con le nonne: la torta di carote

Un dolce gioia per il palato che fa bene alla salute

di MARIA CHIARA ANELLI

Il nostro gusto odierno, che ci piaccia o no, è completamente assuefatto a un piccola, dolce e infida molecola chiamata saccarosio. Che siamo patiti di dolci o no, ci riguarda tutti, anche se in diversa misura.

Con questa semplice ricetta, scopriremo come sia possibile realizzare un pane da accompagno che, anche senza l’aggiunta di zucchero, risulterà gradevolissimo al palato, saziante e sorprendentemente dolce.

Lo IAM, o Indice di Adeguatezza Mediterraneo

Se un pasto buono fa bene, ci piace ancora di più. E l’Indice di Adeguatezza Mediterranea IAM (rapporto tra l’energia proveniente da alimenti protettivi sull’energia proveniente da cibi non protettivi) ci dice “quanto” quel piatto ci fa bene, quanto, avvicinandosi il più possibile ai dettami della Dieta Mediterranea, risulterà protettivo nei confronti delle patologie multifattoriali, principalmente attraverso la sua azione antiossidante. Ricordiamoci che per dirsi, una preparazione, “adeguata” allo IAM dovrebbe avere un indice almeno superiore a 7, la ricetta che proponiamo oggi è una vera e propria “bomba” protettiva, perché il suo IAM arriva a 21!

Gli ingredienti funzionali

Anche detti “Superfood”, sono praticamente tutti quelli che figurano nella ricetta, salvo l’uovo – che, fra l’altro, si può tranquillamente omettere – e il termine indica alimenti che sono in grado di avere degli effetti benefici per la salute al di là della nutrizione di base, riducendo il rischio di malattie. I Superfood esercitano la loro azione attraverso molteplici meccanismi d’azione. A grandi linee, potremmo dire che i superfood sono gli elementi caratterizzanti della Dieta Mediterranea: Olio Extra Vergine di oliva in primis, seguito poi da ortaggi, frutta, frutta a guscio, molti cereali, legumi, prodotti della pesca e, in quantità moderate, vino rosso (senza aggiunta di conservanti).

La ricetta

Le quantità suggerite si possono variare secondo il proprio gusto personale, così come il tempo di cottura per avere un diverso grado di morbidezza della pasta finale. Ingredienti: farina di frumento integrale 200g (ottime le miscele con farina di avena), mele 150g (golden, red o fuji) senza buccia, carote 150g, uva passa 30g, mandorle 50g, pinoli 50g, 4 cucchiai di Olio EVO (pari a circa 50g), un pizzico di sale, lievito di birra: mezzo cubetto. Tagliate mele e carote come preferite, dadini o julienne e frullate le mandorle grossolanamente. Sciogliete il lievito in un bicchiere di acqua frizzante, che contribuisce a migliorare la lievitazione. Unite gli ingredienti e amalgamate senza lavorare troppo l’impasto, facendolo lievitare a temperatura ambiente per almeno 2 ore. Cuocete a 180° per circa 25-30 minuti a forno statico. Una variante sfiziosa è con l’aggiunta di rosmarino secco in foglie.

Di seguito i valori nutrizionali della ricetta:

Calorie totali (Kcal): 1976.4

Indice di Adeguatezza Mediterranea (MAI): 21.457

Alimento

Grammi Calorie (Kcal) Calorie %
Farina di frumento integrale 200 638 32.281
Mele fresche – golden 150 64.5 3.264
Carote crude 150 52.5 2.656
Mandorle dolci, secche 50 301.5 15.255
Pinoli 50 297.5 15.053
Uva, secca 30 84.9 4.296
Olio di oliva extra vergine 50 449.5 22.743
Uova di gallina, intero 60 76.8 3.886
Lievito di birra, compresso 20 11.2 0.567

Bibliografia

Aghajanpour M, Nazer MR et al. “Functional foods and their role in cancer prevention and health promotion: a comprehensive review.” Am J Cancer Res. 2017 Apr 1;7(4):740-769.