Fai “il Test della Piramide Alimentare” e ti dirò come mangi!

Dalla ricerca condotta all’interno della Campagna “Curare la Salute” emerge che gli italiani si stanno allontanando dalla Dieta Mediterranea.

di RENATA BRACALE

La Campagna “Curare la Salute” è un’iniziativa che nasce con l’obiettivo di informare e sensibilizzare la popolazione italiana, sull’importanza di prendersi attivamente cura di sé, partendo dall’alimentazione e da uno stile di vita virtuoso. E’ stata promossa in tutta Italia, con il contributo incondizionato di una serie di Società scientifiche e di Centri di ricerca nazionali, come per esempio il Centro Studi e Ricerca sull’Obesità (C.S.R.O.) dell’Università degli Studi di Milano diretto dal Professore Michele Carruba, con il quale collaboro da quasi venti anni. Pertanto, per conoscere più a fondo le abitudini alimentari degli italiani e verificare quanto si discostino da una alimentazione sana ed equilibrata, all’interno del progetto “Curare la Salute”, è stato creato un nuovo test nutrizionale, “Il Test della Piramide”, elaborato a partire dalla piramide alimentare della Dieta Mediterranea. E’ possibile collegarsi al sito http://www.curarelasalute.com per effettuare il proprio Test, ottenendo molti consigli utili personalizzati per età, sesso ed esigenze specifiche elaborati dalla sottoscritta.

Dall’analisi dei questionari raccolti con il test della piramide personalizzata, che ad oggi conta più di 23.000 compilazioni on-line su curarelasalute.com, emerge che gli italiani si stanno dimenticando la dieta Mediterranea, compiendo alcuni errori gravi come, carenza di latte, pesce, acqua, ma soprattutto di frutta e verdura.

Solo 2 italiani su 10, infatti, consuma il giusto quantitativo di frutta e solo 3 su 10 quello corretto di verdura, nonostante pensino di mangiare adeguatamente questi alimenti, le cui porzioni raccomandate giornaliere sono tra le 4 e le 5.

I dati evidenziano inoltre, che il 77% degli italiani non assume correttamente latticini, mentre il 23% non mangia il giusto quantitativo di uova; di conseguenza risulta ridotto anche l’apporto di Vitamina D, micronutriente fondamentale per la salute delle nostre ossa e del nostro sistema immunitario.

Questo deficit non è però unicamente attribuibile ad abitudini alimentari scorrette, ma anche ad una ridotta esposizione alla luce solare. Oggi buona parte della popolazione, soprattutto nelle stagioni fredde, trascorre la maggior parte del tempo in ambienti chiusi, come uffici, scuole, case. Risulta perciò fondamentale, soprattutto in vista dei prossimi mesi, prestare maggiore attenzione al rischio di una possibile carenza di Vitamina D.

Anche il pesce risulta essere un grande assente dalle tavole degli italiani: a consumarne il corretto quantitativo settimanale è solo 1 italiano su 3. Lo stesso vale per la frutta a guscio, di cui solo 1 su 2 ne mangia i quantitativi raccomandati. Questi ultimi due dati evidenziano come la dieta degli italiani sia povera anche di Omega3, acidi grassi che contribuiscono al corretto funzionamento del cuore, a mantenere normali la pressione sanguigna e il corretto livello dei trigliceridi nel sangue.

Tale fenomeno, risulta particolarmente rilevante nelle fasce più giovani della popolazione (64% mangia poco pesce mentre il 73% poca frutta a guscio), per i quali gli Omega3 risultano fondamentali per le funzioni cognitive.

L’acqua è il nutriente fondamentale per il corretto funzionamento dell’organismo umano e dai dati analizzati risulta, però, che metà della popolazione italiana non comprende l’importanza di questo alimento. Solo 1 Italiano su 2 (46%) beve meno di 1,5 litri di acqua al giorno, la percentuale diminuisce ulteriormente se si analizza il comportamento delle donne over 50. E’ fondamentale assicurarsi di bere giornalmente il giusto quantitativo di acqua (circa 2 litri al giorno), in particolare con l’avanzare dell’età, poiché questo alimento oltre ad interviene in tutte le reazioni metaboliche del nostro organismo, favorisce l’eliminazione delle sostanze di rifiuto ed una adeguata lubrificazione delle nostre articolazioni.

Quindi, tutti i nutrienti essenziali per la nostra salute possono essere garantiti all’organismo attraverso l’alimentazione, che deve essere il più possibile sana, equilibrata e completa. Solo nel caso in cui la dieta non fosse sufficientemente bilanciata può essere consigliata l’assunzione di un supplemento multivitaminico e multi minerale completo, soprattutto per quelle fasce della popolazione più a rischio.

Nel concludere non posso che consigliarvi di collegarvi al sito curarelasalute.com per effettuare il Test della Piramide Alimentare…..e buon appetito!

Campagna d’Informazione on-line