Con l’ olio extravergine cuore più protetto

La proteina “ApoA-IV” contenuta nell’ olio evita emorragie che possono portare anche all’infarto o all’ictus. Lo rileva una ricerca della rivista “Nature Communications”

di SILVIA BASSI

Da sempre l’ olio extravergine di oliva è un alimento fondamentale e irrinunciabile della Dieta Mediterranea ed è costituito complessivamente da circa 300 sostanze diverse che insieme formano il patrimonio di caratteristiche chimiche, organolettiche e nutrizionali che lo rendono in assoluto il miglior condimento nutrimento. Tra queste molteplici sostanze molto importante nell’Evo è la presenza di polifenoli e di vitamine liposolubili come la vitamina A (betacarotenoidi) e i tocoferoli o vitamina E.

L’extravergine d’oliva si arricchisce ora di una nuova importante peculiarità salutistica che fa bene soprattutto al cuore. Infatti, secondo una ricerca pubblicata dalla rivista Nature Communications https://www.nature.com, l’Evo aumenta una proteina salvavita nel sangue, chiamata ApoA-IV, le cui cellule servono a bloccare emorragie (trombosi) e quindi ad evitare ictus e infarto.

Esistono di due tipi di trombosi: arteriosa o venosa. Le seconde sono maggiormente frequenti e interessano prevalentemente gli arti inferiori. La trombosi risulta essere la terza malattia cardiovascolare più frequente. 

La ricerca sulla proteina ApoA-IV è stata effettuata nell’ospedale canadese di St. Michael di Toronto dove degli esperti scientifici hanno scoperto l’esatto meccanismo con cui la molecola si lega a un ricettore sulle piastrine impedendo loro di aggregarsi. Il meccanismo, secondo quanto riporta Nature Communications, è importante poiché contrasta la formazione di placche di arteriosclerosi, un processo che, come tutti sanno, è legato alla funzione delle piastrine.

Grazie a questa ulteriore proprietà salutistica dell’extravergine d’oliva scoperta a Toronto, le nuove conoscenze acquisite con l’ApoA-IV potrebbero sfociare a nuove terapie preventive per la salute del cuore. Anche una corretta alimentazione può aiutare il nostro corpo a evitare eventuali rischi imparando a controllare più frequentemente i nostri livelli di colesterolo, cercando di eliminare dalla dieta alimenti ricchi di grassi saturi e limitando l’assunzione di carne rossa, formaggi grassi e fritture varie. Via libera, invece, a carne bianca, pesce e verdure arricchiti sempre dall’olio extravergine di oliva ed eliminando il sale.

Da ricordare che l’olio extravergine è ottenuto solo ed unicamente dalla frangitura delle olive ed ha una percentuale di acido oleico inferiore allo 0,8%. Mentre il semplice olio d’oliva contiene per due terzi olio raffinato e per un terzo l’extravergine di oliva. La Dieta Mediterranea contribuisce a migliorare la salute e la qualità della vita e al suo centro si trova l’extravergine considerato la principale fonte di grassi alimentari per la sua elevata qualità e bontà nutrizionale.