La rubrica delle 10: 10 piatti tipici da provare durante le vacanze

Mare, montagna o città non importa, assaggiare piatti tipici è d’obbligo

di GIORGIA CIOCCOLONI

Le vacanze estive sono un momento per rilassarsi e viaggiare, andando alla scoperta di nuove culture e tradizioni. Non importa se preferite mare, montagna o città d’arte, durante la vostra vacanza sicuramente assaggerete tanti cibi e piatti locali. Tra le mete più ambite degli Italiani abbiamo fatto una selezione di 10 diversi Paesi e dei relativi piatti tipici da provare almeno una volta per vivere a pieno l’esperienza di viaggio.

Austria, Tirolo, Tiroler Knödel: Se siete amanti della montagna e volete farvi un giro nell’area del Tirolo non potete non magiare i Tiroler Knödel. L’impasto è formato da pane raffermo, latte, uova, speck, burro, cipolla, prezzemolo ed erba cipollina. Potrete trovare questo piatto servito tradizionalmente in brodo in quasi tutte le malghe e rifugi.

Croazia, Kremsnita: Un dolce che vi consigliamo senza dubbio è la Kremsnita, una torta croata che somiglia molto al millefoglie nostrano. Il dolce è tradizionalmente composto da una base di pasta sfoglia, farcita poi con crema e panna, ma è possibile trovare diverse versioni, come quella preparata a Zagabria, dove la Kremsnita viene completamente ricoperta da uno strato di cioccolato fondente.

Francia, Costa Azzurra, Salade niçoise: La salade niçoise, o insalata nizzarda, è un tipico piatto della costa meridionale francese, ed in particolare di Nizza e della Costa Azzurra. Il piatto è estremamente leggero e semplice, composto da uova sode, pomodori, acciughe, peperoni, carciofi, olive e condito con abbondante olio di oliva, sale e pepe.

Grecia, Spanakopita: La Spanakopita è un tipico piatto greco probabilmente il “comfort food” greco per eccellenza. Le torte salate infatti sono tipiche del panorama culinario greco e sono estremamente semplici da cucinare e altrettanto gustose. Questa torta salata è fatta con croccante pasta fillo che avvolge un ripieno composto da spinaci, ricotta e feta nella sua versione originale.

Italia, Sardegna, Culurgiònes: Detti anche culurgiònis, sono i tipici ravioli della tradizione sarda. Il ripieno a base di patate, pecorino sardo, cipolla e menta viene racchiuso in una pasta tirata a mano di acqua e farina.  I Culurgònes sono tipici della zona barbaricina dell’Ogliastra, e proprio i “Culurgionis d’Ogliastra” sono stati riconosciuti come prodotto IGP.

Malta, Pastizzi: I Pastizzi dono il piatto che meglio rappresenta la tradizione gastronomica maltese. Sono delle sfoglie ripiene di ricotta o piselli che vengono mangiate ad ogni ora del giorno e della notte dai locali, sia come spuntino che come pasto principale.

Marocco, Tajine: Il Tajine è un piatto tipico della cucina marocchina, che prende il nome dagli antichi contenitori di terracotta che vengono utilizzati proprio per la cottura del piatto. La versione classica, detta anche Mrouzia, prevede come ingredienti principali agnello, prugne, mandorle e diverse spezie (curry, pepe, cumino e cannella), il tutto cotto a bassa temperatura per esaltare il sapore dei vari ingredienti. Molto buona anche la variante con pollo, limone e olive.

Portogallo, Pasteis de bacalhau: Un piatto tipico della gastronomia portoghese e in particolare della cucina lisboeta, è il Pasteis de bacalhau. Questo piatto tradizionale è composto da polpette di baccalà impanate e fritte. Solitamente vengono vendute come street food o servite come antipasto nei ristorantini locali.

Slovenia, Potica: Questo piatto tipico della cucina slovena è composto da una pasta lievitata, tradizionalmente farcita con frutta secca. In realtà esistono circa 80 versioni diverse di Potica, sia dolci che salati. Tra le varianti più particolari è assolutamente da provare quella con miele, noci, semi di papavero, drangoncello e ricotta. Nella versione triestina e goriziana, la Potica prende il nome Putizza, e il ripieno è composto da cioccolata, biscotti scorza di agrumi e marmellata.

Spagna, Fideuá: Tipica della cucina catalana la fideuá è una versione alternativa della classica paella. Al posto del riso infatti troviamo degli spaghetti sottiòi chimati fideos accompagnati da salsa alioli e limone. Le tre versioni principali, esattamente come per la cugina paella, sono composte da crostacei e frutti di mare, o da carne bianca oppure ancora sia da carne che dal pescato.

Buon viaggio!