Il gelato artigianale un’estasi per la gola

Con l’arrivo dell’estate, aumenta il consumo del gelato artigianale con le sue mille combinazioni che portano freschezza e dolcezza. Partita la campagna “Operazione trasparenza”

di SILVIA BASSI

Estate e gelato sono una combinazione perfetta e inscindibile, grazie alle molteplici combinazioni di gusti e sapori, praticamente infiniti, di ingredienti freschi e cremosi per il piacere della gola. Un piacere che sfiora l’estasi quando si degusta un cono gelato artigianale creato utilizzando solo prodotti genuini, senza il ricorso a miscele, coloranti, additivi e aromi. Il gelato artigianale richiede passione e una ricetta speciale, miscelata sapientemente dal maestro gelatiere.

L’Italia è l’indiscusso regno del gelato buono e genuino che non trova eguali in altre nazioni, grazie alla creatività dei maestri gelatieri operanti non solo nelle grandi città ma anche nei piccoli centri. Nel suo libro “Estasi culinarie” la scrittrice francese Muriel Barbery, autrice, fra l’altro, del romanzo “L’eleganza del riccio”,  così descrive il suo amore per i gelati italiani: “Di consistenza vellutata che formano monumentali scale di vaniglia, fragola o cioccolato; coppe gelato che crollano sotto il peso della panna, della pesca, delle mandorle e di ogni sorta di sciroppo; semplici stecchi dal rivestimento croccante, delicati e tenaci insieme, che si gustano per strada, tra un appuntamento e l’altro“. 

Cosa c’è dentro un gelato? Quali sono gli ingredienti che lo compongono? Quello che consumiamo è vero gelato artigianale? Domande, queste, che meritano risposta certa, a tutela dei diritti dei consumatori e degli stessi artigiani del gelato che portano avanti con passione la tradizione del dolce freddo più famoso al mondo. Proprio per dare risposta a domande come queste,  l’Associazione Gelatieri per il Gelato https://gelatieriperilgelato.com/ ha lanciato un progetto dall’esplicativo titolo “Operazione Trasparenzain corso fino al prossimo 15 giugno.

L’Associazione nasce come movimento culturale per diffondere e condividere la cultura del “Gelato Artigianale di Tradizione Italiana”, nel rispetto dell’ambiente, promuovendo le economie locali e l’utilizzo di ingredienti naturali per una alimentazione sana e buona, nel rispetto del cliente. I gelatieri si impegnano a scegliere prodotti freschi, possibilmente del proprio territorio, incentivando le economie locali ed evitando l’uso di coloranti artificiali, i prodotti semilavorati che li contengono e i grassi vegetali idrogenati.

Obiettivo della campagna “Operazione trasparenza” dei Gelatieri Artigianali è invitare il pubblico a controllare gli ingredienti redatti in un apposito libro, per avere la consapevolezza di come lavora la propria gelateria. Fare un gelato artigianale buono non basta. Il gelatiere ha anche l’obbligo di tutelare la salute dei consumatori, somministrando un prodotto salubre, ovvero esente da qualunque tipo di rischio, con la messa in sicurezza degli ambienti di lavoro e il rispetto delle vigenti norme igieniche-sanitarie, comprese quelle ottimali sulla sanificazione dei macchinari, per eliminare qualsiasi fonte di contaminazione microbiologica del gustoso alimento, re dell’estate.