L’assunzione di probiotici modula il profilo psicologico e la composizione corporea

Una nuova ricerca scientifica per l’Università 4.0, una rete di successo tra scienza, ricerca e industria

di GIULIA BIGIONI

La nutrizione e la corretta valutazione e cura del nostro microbiota intestinale  sono alla base di una medicina di precisione,  che sia predittiva, preventiva, personalizzata e partecipativa.  

I probiotici contribuiscono al dimagrimento e alla diminuzione dell’ansia. Questo è il risultato di una ricerca tutta italiana condotta dai ricercatori delle Università di Tor Vergata e pubblicata sul Journal of Translational Medicine. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28601084

Una scoperta che può rivoluzionare l’approccio sia alla nutrizione, in pazienti sani, che alla cura di malattie degenerative è stata presentata ieri a Roma, presso l’Hotel Porta Maggiore, nel corso del Convegno scientifico “DIET for IMMUNOTHERAPY ENHANCEMENT against TUMORS” organizzato dalla Scuola di specializzazione in Scienza dell’Alimentazione dell’Università degli studi di Roma Tor Vergata.

La ricerca, portata avanti da studi effettuati presso l’ Università degli studi di Roma Tor Vergata, in collaborazione con il Policlinico Gemelli, condotta sia su soggetti sani sia affetti da patologie degenerative, con un integratore con 120 miliardi di probiotici composti da 8 ceppi batterici,
ha portato ad avere riscontri concreti sui meccanismi che legano i principi nutrizionali alla funzione immunitaria, per giungere ad elaborare un progetto di ricerca capace di identificare la migliore dieta a supporto della immunoterapia contro i tumori.

Oggetto dello studio è stato il microbiota intestinale, cioè l’insieme dei microorganismi che abitano l’intestino umano, capaci di regolare il nostro benessere ma anche l’insorgenza delle patologie cronico degenerative, dall’obesità, alla sindrome metabolica ai tumori e il suo impatto sul sistema immunitario e sul sistema nervoso centrale.

Ci sono evidenze scientifiche degli effetti dei probiotici sulla funzione intestinale, sull’attività cerebrale e sul comportamento emotivo.

I probiotici svolgono un ruolo centrale sul comportamento attraverso l’asse del microbioma-intestino-cervello, attraverso il nervo vago. 

“La terapia con probiotici scelti ad hoc ha portato effetti a chi è colpito da sovrappeso o sindrome metabolica: in assenza di dieta c’è stata una leggera modulazione della composizione corporea, con un calo di peso e una riduzione di tessuto adiposo. Il dato più interessante è stato nei soggetti ansiosi, con una riduzione dello stato d’ansia”, ha commentato Laura Di Renzo, docente della sezione nutrizione clinica e nutrigenomica dell’Università di Tor Vergata.

“Conosciamo solo il 10% degli effetti della flora batterica – spiega Antonino De Lorenzo, Direttore della Scuola di specializzazione in scienze dell’alimentazione di Tor Vergata – Insieme al professor Antonio Gasbarrini del Policlinico Gemelli abbiamo costituito un network per affrontare questo grande tema della ricerca: dobbiamo infatti conoscerne il restante 90%”.

Sono intervenuti alla conferenza:

Prof. Antonino De Lorenzo – Direttore Scuola di Specializzazione in Scienza dell’Alimentazione, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Prof. Antonio Gasbarrini –  Direttore Area Gastroenterologia ed Oncologia, IRCCS Policlinico Universitario “A.Gemelli”, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

Prof. Laura Di Renzo – Sezione di Nutrizione clinica e Nutrigenomica, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Prof. Laura Soldati Dipartimento di Scienze della Salute, Università degli Studi di Milano Statale

 Professore Emilio Jirillo Dipartimento di Scienze mediche, neuroscienze e organi di senso, Università degli studi di Bari ALDO MORO

 Professore Francesco Marincola AbbVie Corp. USA, Visiting Professor Unimi, Past President Society Immunotherapy Cancer

 Prof.  Giuseppe Merra – Area Medicina dell’Urgenza e Pronto Soccorso, IRCCS Policlinico Universitario “A.Gemelli”, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

Prof. Menotti Calvani, Specialista in Neurologia e Professore presso la Scuola di Specializzazione in Scienza dell’Alimentazione, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Prof. Mario Marchetti, Imprenditore farmaceutico (Italfarmacia)